CEPPI D'ARTE AD DI BARALE ANTONIO E DIEGO a VERZUOLO

Categoria: Mobili Artistici in Stile Produzione e Ingrosso, Mobili Artistici in Stile Vendita al Dettaglio, Mobili Produzione e Ingrosso
Indirizzo: 91, VIA POMAROLO - CAP:12039
Città: VERZUOLO - Provincia: CN
Telefono: 3470661434 - 3494679133
Sito Web: www.elenchitelefonici.it/ceppidarte/
Descrizione Attività

Se è vero che ogni essere vivente è pervaso da un'energia vitale, allora speriamo che le nostre quercie pensino qualcosa di simile. Per noi è così: cercando di non distruggere, ma di trasformare, creiamo delle opere uniche. Ogni artista lo fa, ma partire da un elemento vivo come il legno, anzi come un pezzo di albero, è un pò come inserirsi nel cerchio della vita, con profondo rispetto, cercando di capire l'essenza della pianta. La storia vera è questa: c'era una volta un pezzo di legno, destinato a diventare cenere, in un angolo del nostro laboratorio da anni. Era un ceppo ultracentenario (1 m di diametro per 150 cm di altezza; ai suoi piedi si sarebbe potuto sedere Napoleone.. disse il signore che ce lo diede insieme ad altri tre, tutti parte di una splendida quercia, abbattuta perchè inesorabile malata. Il nostro cuore ci impediva di farli a pezzi e bruciarli, nemmeno ricavare semplici assi da utilizzare per banali elementi d'arredo ci piaceva. Sentivamo che c'era di più da capire...e all'improvviso capimmo che l'albero voleva diventare qualcosa, aveva già l'idea racchiusa in sè: stava a noi tirarla fuori. Sembrava quasi la favola di Pinocchio, solo che a noi serviva uno strumento diverso dallo scalpello. Così, per ironia della sorte, lo strumento che sarebbe servito a dare la morte all'albero, gli ha dato nuova vita. Ci piace pensare che un attrezzo grezzo e rumoroso come la motosega, che porta con sè l'idea della distruzione, possa essere invece usato con delicatezza per creare. Così è nata la prima opera, seguita da tutte le altre, create sull'onda dell'entusiasmo, da grandi alberi abbattuti dal vento o perchè ammalati, modellati in un unico pezzo usando la motosega come il pittore il pennello. Guardando le sculture nell'immagine qui in alto, dove ci si può sedere o sdraiare, che si possono toccare ed usare, si ha l'impressione di trovarsi in un luogo incantato, magico, vivo, forse perchè ognuna possiede l'anima di un grande vecchio albero.

Richiesta di contatto:






Leggere con attenzione l’informativa sulla privacy
Continuando a navigare questo sito, accetti l'utilizzo dei cookies. Troverai maggiori informazioni al seguente link.
Accetta Cookies